Una dieta mediterranea aiuta gli anziani a vivere di più

a cura di Maria Giuditta Valorani – PhD, Research Associate, Queen Mary University of London – UK


https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30157978

Uno studio italiano pubblicato sul British Journal of Nutrition mostra che essere fedeli alla dieta mediterranea è associato ad una riduzione del 25% del rischio di morte per qualsiasi causa nelle persone over-65.

La dieta mediterranea protegge la salute degli anziani e allunga la loro vita.

Lo studio è stato condotto presso l’Istituto Neurologico Mediterraneo Neuromed I.R.C.C.S. per analizzare la relazione tra dieta mediterranea e mortalità in un campione di oltre 5.000 persone di età superiore a 65 anni, reclutate nell’ambito dello Studio Moli-sani, nonché in altri campioni di individui afferenti a diversi studi epidemiologici pubblicati finora in vari Paesi del mondo, per un totale di 12.000 soggetti analizzati.

La prof.ssa Marialaura Bonaccio, epidemiologa del Dipartimento e primo autore dello studio spiega: “La novità del nostro studio sta nell’aver puntato la lente d’ingrandimento su popolazioni over 65. Sappiamo da tempo che la dieta mediterranea è efficace nella riduzione del rischio di morte nella popolazione generale, ma non sapevamo ancora quanto potesse esserlo anche per gli anziani.

I dati dello Studio Moli-sani mostrano chiaramente che un modello tradizionale di dieta mediterranea, ricco di frutta, verdura, pesce, legumi, olio di oliva e cereali, poca carne e latticini e un moderato consumo di vino durante i pasti, si associa a una importante riduzione media del 25% della mortalità per tutte le cause, con vantaggi, in particolare, per la mortalità cardiovascolare e cerebrovascolare”

0