fbpx

Tampone per ricerca dell’antigene del virus SARS-CoV-2

Aggiornato al 10 ottobre 2020

Il test prescelto dalla Direzione Tecnica delle nostre Strutture è provvisto, come per Legge, di certificazione CE-IVD e  garantisce una “specificità” maggiore del 97%

Metodica utilizzata

Si tratta di un test quantitativo che impiega la metodica in “Chemiluminescenza” su strumentazione totalmente automatizzata già impiegata per indagini di laboratorio più selettive.

Il test per la ricerca dell’antigene virale consente di avere una risposta in tempi più rapidi rispetto al tampone molecolare in RT-PCR che, resta indiscutibilmente il gold standard per la diagnosi di infezione da SARS-CoV-2  perché  impiega  avanzate metodiche di laboratorio (Biologia Molecolare) che consentono di riconoscere e amplificare  “sequenze specifiche” del patrimonio genetico del virus. Ciò, consente di individuarlo  anche in presenza di cariche virali basse.  

L’attuale limite del test antigenico è rappresentato dalla inferiore capacità di identificazione della carica virale.  Pertanto solo il medico curante potrà valutare in modo appropriato se avvalersi a livello di singolo paziente di detto supporto diagnostico oppure indirizzare il paziente verso l’esecuzione del test molecolare.  

Si ricorda che per scelta regionale, il test molecolare resta eseguibile esclusivamente presso i Centri pubblici di riferimento inseriti nella rete CoroNet Lazio. Pur essendo, infatti, i nostri Laboratori dotati di una sezione di Biologia Molecolare, fornita di moderna strumentazione in grado di eseguire esami molecolari in PCR real time, non abbiamo allo stato attuale ricevuto autorizzazione all’esecuzione dei tamponi naso-faringei per Covid-19.

Il test antigenico, rappresentando comunque uno strumento diagnostico di primo livello  in una fase di screening massivo, trova il suo impiego ideale principalmente nelle comunità a maggiore rischio quali, scuole, aziende, etc., per l’individuazione precoce di soggetti contagiati. Il suo impiego consente di prevenire l’incremento dei contagi in tempi più  rapidi e una tempestiva diagnosi differenziale nei casi sospetti tra sindrome influenzale e malattia da SARS-CoV2. 

Modalità di esecuzione del Test e Operatività del Servizio Bios 

Il test potrà essere eseguito esclusivamente presentando in accettazione una prescrizione medica cartacea (medico curante, medico specialista, medico competente etc).

Il campione verrà prelevato mediante tampone nasofaringeo da operatori sanitari muniti da appositi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale).

Il servizio sarà operativo su prenotazione  chiamando  da lunedì  12 Ottobre  i numeri dedicati 06/7092043  – 06/80202713 (Bios San Giovanni). In questa prima fase, sarà possibile eseguire il test esclusivamente presso la nostra sede Bios Sangiovanni (Praximedica srl) di Via Magna Grecia n° 117, nei seguenti giorni e orari:

  • dal Lunedì al Venerdì dalle h 15,00 alle h 18,00
  • il Sabato dalle h 12,00 alle h 14,00

Costi e tempi di risposta 

  • La risposta verrà fornita per e-mail entro massimo 4 ore, diversamente il referto potrà essere ritirato in forma cartacea dalle 07.30 del giorno successivo.
  • Il costo dell’esame è di 22,00 €
  • E’ possibile eseguire il test nella struttura pubblica al costo di 13,94 €

Comunicazione dei risultati del Test alle Autorità Sanitarie competenti per territorio

Riteniamo doveroso comunicare che per espressa e inderogabile disposizione normativa, i risultati di tutti i test saranno comunicati alla Regione attraverso l’inserimento degli stessi nella apposita piattaforma regionale COVID 19 e al SISP Competente per Territorio ( Servizio Igiene e Sanità Pubblica) esclusivamente i risultati positivi al test antigenico.

L’eventuale positività comporterà: 

  • la tempestiva effettuazione del test molecolare recandosi  con il proprio mezzo in uno dei drive-in regionali,  munito del referto di positività  al test antigenico
  • l’obbligo di immediato isolamento domiciliare, rispettando le norme legate al distanziamento sociale anche all’interno della propria abitazione, fino alla comunicazione del referto del test molecolare di conferma 
  • la comunicazione al proprio MMG/PLS ( medico di medicine generale o pediatra di libera scelta) della presenza di antigene del virus SARS-CoV2.

Servizi Alle Aziende

A seguito della Determinazione della Regione Lazio (n° G11083 del 29/09/20), è stato modificato il “requisito minimo di specificità (affidabilità), fissandolo al 96% in luogo del 97%, come previsto dalla precedente Determina. Tale modifica  consente di impiegare test rapidi mediante l’esclusivo utilizzo di card con relativi strumenti portatili per la lettura delle stesse. A tal proposito la Direzione Tecnica dei Laboratori delle nostre Strutture ha valutato l’opportunità di utilizzare i suddetti  test come screening per il personale di Enti e Aziende. 

Contatti

 

*Clicca qui per scaricare la nota informativa