Importante legame tra buon umore e attività fisica

https://www.cam.ac.uk/research/news/physical-activity-even-in-small-amounts-benefits-both-physical-and-psychological-well-being

Un’importante ricerca, durata circa 17 mesi e che ha coinvolto oltre 10 mila individui, ha portato ad interessanti risultati pubblicati su la rivista internazionale Plos One.

Questo studio, che è stato condotto da esperti della University of Cambridge in Inghilterra, rivela che muoversi e fare attività fisica anche moderata, (come camminare o fare una breve corsa durante la giornata), porta ed è legata ad un umore più luminoso, sia nel breve che nel lungo periodo.

Non è la prima volta che si lega l’umore alla abitudine alla attività fisica.

Numerosi studi epidemiologici ad esempio, hanno evidenziato un maggior rischio di ansia e depressione per gli individui sedentari.

Inoltre, diversi altri studi precedenti hanno evidenziato che lo sport stimola la produzione nel cervello di molecole protettive e stimolanti il buon umore.

Questo è il primo studio a guardare in maniera oggettiva il legame tra attività fisica e felicità individuale.

Per svolgere questo studio, gli esperti hanno utilizzato una app da cellulare per raccogliere sia dati oggettivi dell’attività svolta nel corso della giornata – con un semplice contapassi, che monitorava i movimenti di chi portava con sè il telefono, sia dati sull’umore della persona – su la base di questionari con domande alle quali l’individuo doveva rispondere ogni quarto d’ora.

La persona doveva anche indicare cosa avesse fatto un quarto d’ora prima di rispondere alle domande poste nei questionari.

Ebbene è emerso che se nell’ultimo quarto d’ora l’individuo era attivo fisicamente (attività registrata dal contapassi), il suo livello di felicità in quel frangente risultava più alto.

Quando poi i ricercatori hanno chiesto ai volontari di valutare il loro stato di benessere complessivo (nel lungo periodo), è emerso che i più soddisfatti della propria vita o in altri termini i più felici, erano coloro che globalmente tendevano a muoversi di più.

“Per essere più felice, non è necessario uscire e correre una maratona”.

L’autore senior dell’articolo, il dr. Jason Rentfrow, del Dipartimento di Psicologia di Cambridge e membro del Fitzwilliam College, infatti ci comunica:

“I nostri dati mostrano che le persone felici sono più attive in generale”.

“Tuttavia, le nostre analisi hanno anche indicato che i periodi di attività fisica hanno portato ad un aumento dell’umore positivo, indipendentemente dalla felicità di partenza degli individui.

Ci sono stati molti studi sugli effetti psicologici positivi dell’esercizio, ma quello che abbiamo scoperto è che per essere più felici, non è necessario uscire e correre una maratona – tutto ciò che si deve fare è periodicamente impegnarsi in una leggera attività fisica durante l’arco della giornata.”.

0