Colposcopia

Colposcopia

COSA È LA COLPOSCOPIA?

La Colposcopia è un esame ambulatoriale eseguito dal ginecologo che permette di osservare i genitali esterni, la vagina e il collo dell’utero con un apposito strumento ottico che assomiglia ad un binocolo e che ingrandisce l’immagine fino a 60 volte.

In questo modo si possono individuare aree di mucosa anomala su cui effettuare eventualmente un prelievo di tessuto (biopsia) da sottoporre ad esame istologico.

Alcuni colposcopi sono collegati ad una macchina fotografica o ad una videocamera che permettono di ottenere immagini che documentano l’esame.

COME SI EFFETTUA?

  • La colposcopia si effettua applicando lo speculum in vagina e bagnando le mucose con un batuffolo di cotone impregnato con una soluzione prima di acido acetico e successivamente di un liquido scuro chiamato liquido di Lugol.
  • L’applicazione di questi due liquidi può suscitare un leggero bruciore che scompare nel giro di qualche minuto. Queste sostanze hanno la capacità di mettere in risalto le aree anomale presenti e di guidare, ove fosse necessario, il prelievo di tessuto per l’esame istologico ( biopsia della portio).

PERCHE SI EFFETTUA LA COLPOSCOPIA ?

L’esame si effettua:

  • Per esaminare la vagina e il collo dell’utero dopo risultato anomali di un pap test o dopo positività del test per il papilloma virus (HPV-DNA test).
  • Per scoprire la causa di un sanguinamento anomalo dai genitali in caso di ecografia pelvica negativa.
  • Per controllare zone di arrossamento o  escrescenze presenti sulla vulva, nella vagina o sul collo dell’utero.
  • Per controllare l’evoluzione nel tempo di aree anomale
  • Per il controllo dopo terapia medica o chirurgica sulle mucose genitali.